CECINA-MERIDIEN: IL PREVIEW DI ANDREA NICCOLAI

18.04.2015 12:29

Domenica a Cecina giocheremo l'ultima partita di campionato. Svanite definitivamente le residue speranze di giocare i playoff, la squadra biancoblù sfiderà la seconda forza del campionato con l'obiettivo di chiudere la stagione col miglior risultato possibile, considerando che comunque la salvezza resta il nostro obiettivo primario raggiunto con netto anticipo sulle previsioni. Coach Andrea Niccolai presenta così la sfida di domenica in riva al Tirreno.

- Coach, è l’ultima partita di questa stagione. Cosa chiederai ai tuoi ragazzi?

“Quello che ho chiesto loro ogni giorno cioè serietà, concentrazione, voglia di competere e possibilmente vincere. Non dobbiamo pensare che è l'ultima partita della stagione ma piuttosto che andiamo a giocare contro la seconda forza del campionato, consapevoli che sarà una partita difficile ma anche una bella sfida che ci potrà dare ulteriori indicazioni sul grado di competitività di questo gruppo”.

- Hai rimpianti per non aver raggiunto i playoff o il bicchiere è ugualmente pieno?

“Il bicchiere è strapieno di soddisfazione e orgoglio per quello che abbiamo fatto. Quando a mente fredda ripenso che eravamo ultimi con due punti di distacco e lo scontro diretto perso in casa con la penultima mi ripeto che sono stato un incosciente ad accettare l'incarico. Ma le imprese più belle nascono sempre da un pizzico di follia e credo proprio che ribaltare la stagione come abbiamo fatto noi sia stata un'impresa straordinaria. Abbiamo sfiorato i playoff cosa inimmaginabile all'inizio del nostro percorso, e relativamente alla mia gestione la classifica parziale ci vede al quarto posto dietro solamente a Siena, Cecina e Valsesia e davanti a tutte le qualificate alla post-season. Tutto questo grazie ad un ambiente e ad un gruppo eccezionali”.
- Cecina sarà una delle protagoniste dei playoff. Che cammino prevedi per i nostri avversari di domenica?

“Cecina sarà l'antagonista numero uno della Mens Sana. Sta raccogliendo i frutti della fiducia pluriennale nei confronti di coach Campanella e di una programmazione societaria virtuosa. Elio Parietti ha costruito con grande passione una realtà solida e strutturata per confrontarsi ad un livello più alto. Sono sicuro che, anche se non dovesse riuscirci quest'anno, presto la troveremo in Legadue”.

—————

Indietro