COACH NICCOLAI PREDICA CALMA E DIFESA

13.02.2015 18:43

La parola "derby" sarà risuonata per tanti anni nella mente di Andrea Niccolai. Che da giocatore di derby ne ha giocati parecchi e ne ha vinti diversi, e che stavolta si trova a giocare un derby da una posizione diversa, non in campo ma in panchina, non da giocatore ma da allenatore. Il coach biancoblù ha iniziato a preparare la sfida del Palacarrara un secondo dopo il suono della sirena del match con Valsesia, ben consapevole del clima di battaglia che attenderà la sua squadra. "Con Bottegone - dice Nick - sarà una gara molto difficile dato che incontriamo una squadra in salute che viene da tre vittorie in fila, e che in casa ha perso solo con le prime della classe cioè Siena e Livorno. La Valentina's è una squadra che sta disputando un'ottima stagione, forte della grande qualità del proprio quintetto composto da giocatori molto affidabili e particolarmente pericolosi da 3 punti ed una panchina profondissima con giovani di talento ed energia come Della Rosa, Cuccarese e Colombini oltre naturalmente a Rossi che è un titolare aggiunto, protagonista tra l'altro di un'ottima stagione". Cosa dovremo fare per vincere questa partita? Andrea ha le idee chiare: "Per essere competitivi con una squadra con queste caratteristiche non si può prescindere da una difesa attenta e fortemente concentrata sui loro tiratori e da un attacco lucido ed ordinato, in modo da limitare il numero delle palle perse che potrebbero innescare il loro micidiale contropiede.

Analizzando il match dal punto di vista individuale, il coach non vede un giocatore o un duello particolare che possa decidere la sfida: "Non credo che ci saranno dei duelli decisivi soprattutto perchè entrambe le squadre ruotano molto i giocatori in campo e le varie marcature. Noi vogliamo al contrario sviluppare una pallacanestro corale che non si basa su sfide individuali ma piuttosto su sfruttare nei vari momenti della partita le situazioni più favorevoli. Sicuramente - prosegue il coach - la perdurante mancanza di Tommaso e Yuri ci penalizza anche perchè entrambi sono dei giocatori-chiave del nostro sistema di gioco. Tuttavia abbiamo trovato un buon equilibrio con schieramenti tattici, come l'utilizzo dei due lunghi o dei quattro piccoli in contemporanea, che ci aiutano a tamponare l'emergenza e rincorrere la salvezza nonostante le assenze. Quella di domani al PalaCarrara è una partita significativa per quello che le due società hanno costruito nel tempo e la cornice di pubblico senz'altro speciale è il giusto riconoscimento per due realtà fra le più importanti e solide della pallacanestro toscana".

—————

Indietro