COACH RASTELLI RINGRAZIA IL PUBBLICO

15.04.2013 19:22

A fine gara coach Samuele Rastelli si divide tra la delusione per la sconfitta e la soddisfazione per gli applausi ricevuti dal nostro pubblico, accorso numeroso ad incitare i ragazzi biancoblù nella partita (fin qui) più importante della stagione. "Innanzitutto ci tengo a ringraziare i nostri tifosi, è bello ricevere applausi dopo aver perso una partita, sicuramente hanno capito che i ragazzi ce l'hanno messa tutta e che perdere in questo modo qui a Piombino non è disonore". L'analisi di Samuele passa poi alla partita: "Mi aspettavo un inizio veemente di Piombino e così è stato, nei primi cinque minuti hanno messo in campo tutta la rabbia accumulata in una settimana di tensione. I ragazzi sono stati bravi e pazienti nel non perdere la testa e nel rimontare, sfruttando le occasioni che ci hanno concesso. Quel che non mi aspettavo è il break del terzo quarto, siamo rientrati in campo con poca verve e abbiamo subito troppo sottocanestro, tanti secondi tiri e tante palle strappate dalle nostre mani. Piombino ha messo in campo tanta energia che ci ha spiazzato, poi con la zona abbiamo sistemato le cose e la gara è cambiata un'altra volta. Sono sincero, quando siamo andati in vantaggio pensavo di avercela fatta, poi gli episodi ci hanno condannato". Archiviata questa partita, è tempo di pensare a sabato prossimo, alla sfida con San Giovanni Valdarno. "Una partita non facile - chiude il coach biancoblù - loro si stanno giocando con Umbertide il vantaggio del fattore campo nei playout, noi vogliamo il secondo posto. Dobbiamo vincere per concederci una settimana di relax mentale, per poi gettarci nei playoff".

—————

Indietro