GODURIA PROLUNGATA

30.05.2014 18:30

Non ci sono sufficienti parole per descrivere lo stato d'animo che ognuno di noi vive dalle 22.57 di mercoledi sera, 28 maggio 2014. Una data che resterà scolpita nei cuori di tifosi, giocatori, dirigenti, allenatori, insomma tutti coloro che hanno i colori biancoblù nel cuore, che soffrono emozioni irripetibili da 4 anni a questa parte e che finora avevano vissuto solo amarezze. Invece stavolta gli dei del basket ci hanno voluto bene, perchè solo gli dei del basket potevano confezionare un finale così. Un finale thrilling vietato ai cardiopatici. A 1'50" dalla fine eravamo già sul pullman per Pesaro per giocare garatre, le due triple di Maggiotto avevano tolto quasi ogni speranza di coronare il nostro sogno. Il tabellone recitava 52-60. Gli sguardi erano smarriti. Qualche dirigente si è nascosto nelle stanze per non assistere al finale amaro. Poi, improvvisamente, Valerio Circosta "core de Roma" ha deciso che quella doveva essere la nostra serata. Due canestri da tre punti di fila di assoluto talento ci hanno riportato in scia (58-60), prima che a 36" dalla fine l'antisportivo fischiato allo stesso bomber romano facesse ripiombare tutti nel baratro. Questi 36" secondi, che si possono trovare su youtube, saranno lunghi e interminabili ma segnano la storia di questa società. I due liberi di capitan Zani da Bagno a Ripoli entreranno nella Hall of Fame biancoblù. L'esplosione di gioia finale covava da quattro anni, un urlo interminabile che durerà ancora per molto. Una promozione strameritata, figlia di un girone di ritorno favoloso e di playoff altrettanto favolosi. E adesso iniziano le feste, i programmi, arrivano le idee per la prossima stagione. Ma il tutto con una grande, motivata, straordinaria serenità. Benvenuta Dnb, ci mancavi.

—————

Indietro