I GIUDIZI DOPO BOTTEGONE-MONSUMMANO

17.12.2012 00:17

ZITA 6,5 - Partita intraprendente, nel momento più difficile si assume molte responsabilità evitando che il Bottegone scappi. Qualche palla persa di troppo (4) per cercare di servire i lunghi, ma anche 7 falli subiti ed un pericolo costante ogni volta che cercava la penetrazione.

BONELLI 7 - I suoi 13 punti nel secondo quarto ci permettono di tornare a galla dopo il -14 del 12'. Abbiamo rivisto il Boa sgusciante, efficace e puntuale dei tempi belli. Nella ripresa non trova più spazi per le conclusioni, ma la sua resta una gara solida (5 rimbalzi e 4 falli subiti).

AMBROSINO 7 - Il capitano in gare come queste ci sguazza, è lui a tenere viva la speranza del blitz nell'ultimo quarto con una serie di canestri d'altri tempi. E' l'unico tra i lunghi che riesce a non farsi intimidire da Marconato, la sua carica coinvolge tutta la squadra.

BENINI 5 - Una partita di sofferenza, come testimoniano le 4 stoppate subite e l'impossibilità di trovare spazi in area. Il tecnico ad un minuto dalla fine gli abbassa notevolmente il voto, ma va detto che il fallo da cui nasce non esiste. Bene a rimbalzo (8), troppe palle perse (5).

MONZECCHI 5 - Partita di basso profilo per Paolino, segna il primo canestro della gara poi stop. Non trova spazi, si innervosisce nell'essere marcato dai piccoli del Bottegone ed è tutelato poco o nulla dagli arbitri. Sabato prossimo siamo sicuri che si riscatterà.

MARCHI 5  - Nella serata in cui Romano è ben marcato e Monzecchi marca visita, ci aspettavamo un Guido arrembante e determinato. Invece resta sempre ai margini della contesa, spuntato in attacco (2/9 al tiro e 4 perse) e con poca verve in difesa, tanto che coach Rastelli lo costringe ad un via vai con la panchina.

ROMANO 5,5 - Mezzo voto in più perchè nell'ultimo quarto è più intraprendente e si guadagna falli (o finalmente glieli fischiano, fate voi), ma non è la serata giusta per piazzare ventelli. Cei gli si appiccica come un adesivo, Riccardo non ha palle giocabili e su ogni blocco i giocatori avversari gli lasciano un ricordino. Sarebbe una gara di sciabola, invece a tratti il nostro sembra attendere gli eventi. Le cifre non sono malaccio, ma è sempre mancata una sua zampata, un colpo da far "girare" la partita.

—————

Indietro