I GIUDIZI DOPO IL KO DI PIOMBINO

15.04.2013 00:49

ZITA 5,5 - Per la seconda volta a secco (la prima volta a Orvieto), si dedica a cucire la manovra ma non ha quasi mai un lampo, una iniziativa vincente. In difesa si dedica anima e corpo a Biancani, riprendendosi bene dopo una partenza scioccante (15 punti in 5 minuti del play piombinese).

BONELLI 6 - Mezzo vuoto in più rispetto al compagno di reparto perchè riesce a trovare il canestro in due occasioni, compreso il canestro del -4 dopo sontuoso rimbalzo offensivo. In difesa vale il discorso fatto per Zita, solo che a lui è toccato il Biancani "spompato".

MARCHI 6,5 - E' vivo e intraprendente, confermando i timori di coach Bini che lo indica alla vigilia come pericolo pubblico numero uno. Guidino si applica ed è pericoloso in attacco, segna la tripla che completa di fatto la rimonta dell'ultimo quarto. Netti passi avanti rispetto alle ultime prestazioni, bentornato.

ROMANO 5 - Partita importante, giudizio severo. Riccardo non entra mai nel vivo della contesa, prende qualche iniziativa nel primo quarto poco convinta e convincente e si rivela da subito l'anello debole. I suoi punti, la sua pericolosità offensiva sono terribilmente mancate, e questa era una partita che sembrava cucita apposta per lui. Nei playoff avremo bisogno di partite di ben altro spessore, com'è nelle sue corde.

MAGRINI 6,5 - Ci prova fino alla fine, arrendendosi solo all'evidenza. Tira male (5/19), ma è la sua verve (unita a quella di Marchi) a rimetterci in partita, trovando varchi anche dove la fisica impedirebbe di passarci. E' ormai il leader del nostro attacco, in dieci partite ha ribaltato le gerarchie. Speriamo che abbia benzina anche per i playoff.

TUCI 6,5 - Contro gente navigata come Maritano e Vergara non si spaventa e offre una prestazione gagliarda. Segna anche da tre punti alla fine del terzo quarto, subisce un paio di fischi arbitrali non proprio eccelsi, piazza anche una poderosa schiacciata. Chiude con 10 punti e 9 rimbalzi, soprattutto ha capito che aria tirerà nei playoff.

MONZECCHI 6 - Diciamo che i lunghi avversari hanno avuto molta "cura" di Paolino, memori probabilmente delle super prestazioni nei playoff dello scorso anno. Monza trova pochi sbocchi, quelli che trova sono di puro talento, ma nel complesso accusa la potenza atletica dei pariruolo avversari, Franceschini in particolare. Avremmo sperato che potesse incidere di più, ma così non è stato, anche perchè ha visto pochi palloni.

BENINI 6 - Inizia alla grande, con grinta e convinzione. Entra in partita di petto, ma i falli condizionano ancora una volta la sua prestazione, finendo per giocare 12 minuti di dentro-fuori.

AMBROSINO 5,5 - Poco da segnalare, nessuno spunto in attacco, le solite sportellate che stavolta vengono puntualmente punite. Nei playoff dovrà salire di tono, eccome.

 

—————

Indietro