IL COMMENTO DI ANDREA NICCOLAI AL MATCH CON LA SANGIORGESE

04.03.2015 17:21

La sconfitta di domenica scorsa a San Giorgio su Legnano, la quarta della sua gestione (su dieci partite) non ha scalfito l'umore di coach Andrea Niccolai, che commenta il match con relativa positività: "Non siamo partiti con la ferocia e la cattiveria necessari per imporre il nostro gioco fuori casa. Nel primo tempo dai nostri errori sono nati i contropiedi che hanno creato il primo break, non siamo riusciti a contenere le loro folate. Nel terzo quarto le cose sono migliorate, abbiamo giocato con maggior attenzione e aggressività e abbiamo recuperato un passivo importante. Non siamo riusciti a completare la rimonta sia per qualche errore di tiro che per un paio di triple della Sangiorgese che ci hanno ricacciato indietro. Abbiamo sbagliato diversi tiri aperti che potevano cambiare il corso della gara, d'altra parte vincere in trasferta è sempre più difficile e per battere una squadra in salute come quella lombarda avremmo dovuto giocare al meglio per 40 minuti". Una sconfitta che interrompe la striscia vincente che durava da tre partite e che non cambia la situazione di classifica dei biancoblù, anche se Torino ha vinto ad Oleggio e si è portata a 4 punti di distacco. I problemi però prima di noi ce li hanno Empoli e Mortara, nel mirino dei piemontesi. "Per noi non cambia nulla - continua Andrea - sappiamo che la salvezza è ancora da conquistare e che mancano due vittorie per essere tranquilli. Abbiamo sempre ben chiaro in testa qual è il nostro obiettivo, questa pausa arriva al momento giusto per tirare il fiato dopo due mesi a palla, cercare di recuperare al meglio Tempestini e Verdiani e lavorare su tanti aspetti del nostro gioco". Un aspetto positivo la partita di San Giorgio lo ha presentato: "Sono contento della reazione che ha prodotto la squadra nel terzo quarto, segno di una squadra che ci crede e che vuol vincere. E' un segnale molto importante, è la voglia di reagire ad una giornata non felicissima". 

—————

Indietro