IL COMMENTO DI COACH NICCOLAI DOPO LA SCONFITTA DI TORINO

07.04.2015 17:55

La Pasqua ha attutito ma non smaltito la rabbia per la sconfitta di Torino, nata in situazioni statisticamente imbarazzanti per quanto è successo nel primo tempo. Il commento di coach Andrea Niccolai parte proprio da qui: "Statisticamente - dice Andrea - la differenza a favore del Cus è riscontrabile solo nei tiri liberi (37 a 19) e nei rimbalzi offensivi (13 a 7). Ma ho poco da rimproverare ai ragazzi, anzi devo dire che abbiamo avuto un impatto sulla gara molto consistente. Contro una squadra in forma, carica e determinata a strappare la salvezza fra le mura amiche, era fondamentale rispondere con solidità difensiva e scelte giuste in attacco. Abbiamo imposto con efficacia il nostro piano partita costruendo un vantaggio di 10 punti, fino a quando l'interpretazione arbitrale iperfiscale sui contatti dubbi ci ha penalizzato e ha permesso a Torino di rimanere in partita andando spesso in lunetta, oltre a caricare pesantemente di falli i nostri esterni". La svolta del match è arrivata nel terzo quarto, finito 28-12 per i padroni di casa. "All'inizio del secondo tempo - continua il coach biancoblù - il Cus ha scavato il break con il tiro da fuori e i rimbalzi offensivi contro la zona, scelta difensiva obbligata visto i problemi di falli. Siamo stati comunque bravi ad adattarci al metro arbitrale ed a risalire fino al -2 a tre minuti dalla fine. A quel punto è mancata la lucidità nello sprint finale, forse per l'energie fisiche e mentali spese nel recupero". La corsa playoff comunque non si ferma ("No assolutamente, abbiamo ancora delle possibilità concrete che naturalmente passano tutte da una vittoria nella prossima partita contro Pavia" dice Andrea) e a due giornate dalla fine la squadra deve mantenere lo spirito battagliero per finire bene la stagione: "Lo spirito di Torino era quello giusto - chiude Nick - aggressivi e carichi sapendo che incontreremo squadre più forti e confidando di poter giocare la nostra pallacanestro. In realtà possiamo dire che per noi i playoff iniziano domenica. Dovremo giocare queste due partite come se fossero due finali, sapendo che c'è un unico risultato che ci fa continuare la nostra corsa: la vittoria". Aspettando anche qualche risultato favorevole dagli altri campi.

 

 

 

 

—————

Indietro