IL PAGELLONE DI FINE ANNO

27.06.2011 22:28

VI ABBIAMO FATTO PATIRE UN PO', EH???? Ecco a voi il pagellone di fine anno, in rigoroso ordine alfabetico, vietato ai permalosi........

AMBROSINO 8,5 - Per gran parte della stagione ha disputato un campionato ben sopra le righe, andando più volte in doppia cifra. Il suo bersaglio preferito? San Giovanni Valdarno, contro cui ha segnato 67 dei 214 punti segnati in questo campionato. Solo nel finale ha accusato un po' la fatica, ma era umano e prevedibile. Ha chiuso col 39% da tre, una percentuale da guardia (mancata). Il suo canestro più bello lo segnerà il prossimo 17 luglio, quando convolerà a giuste nozze con la dolce Lisa. Auguri!!

BALLOCCI 7 - Prezioso in allenamento e in spogliatoio, in finale ha avuto tanto spazio per i guai dei colleghi di reparto. Ha mostrato grande coraggio e faccia tosta, come quarto lungo si è ritagliato un ruolo ad hoc.

BERNARDELLI 7,5 - Diciamoci la verità: da Fausto ci attendevamo qualcosina in più. Il suo resta un campionato di buon livello e con cifre discrete (53% da due, 6,2 rimbalzi), l'uomo è sicuramente di grande valore come conferma la lettera (d'addio, o presunto tale) che ci ha chiesto di pubblicare e anche la straordinaria dedizione nel mese dei playoff nonostante un problema personale lo preoccupasse non poco. Ottimo anche con i bambini, ha lasciato un buon ricordo nella squadra Esordienti che ha allenato con passione fino all'ultimo momento.

BELLINI 7 - Cresciuto molto in costanza e autorità, Gabriele ha meritato spazio e opportunità facendosi trovare sempre pronto. Ora giustamente andrà a fare esperienza altrove, anche perchè le nuove regole lo hanno "fregato" (nei campionati nazionali non è più under, in quelli regionali si) ma i sei mesi con Baldini saranno un bagaglio di cui farne tesoro. E noi lo seguiremo da vicino.

BERTOCCI 7 - Impareggiabile uomo spogliatoio, il miglior undicesimo uomo della Lega. Se si mettesse sul mercato del basket minore, dalla C regionale in giù, dovrebbe trovarsi un procuratore per gestire tutte le richieste......

BIAGIONI 7,5 - Una stagione altalenante per il Biagio. Partito fortissimo (a Montecatini se lo sognano ancora), calato a metà stagione anche per il totale cambio di impostazione tattica, ha dovuto riadattarsi ad un gioco che gli ha impedito invenzioni e scorribande, mettendosi al servizio della squadra. L'infortunio alla vigilia dei playoff è stato una mazzata, con grande coraggio il regista lucchese è tornato per la finale contro Montecatini ma non era certamente quello vero. Il prossimo anno sarà sicuramente migliore, ed è atteso anche lui al Grande Passo come Bonelli e Ambrosino........

BINELLI 8,5 - La rivelazione della stagione? Forse. Il valore aggiunto quando c'è stato bisogno di animus pugnandi? Sicuramente. Vincitore dell'Oscar della Sfortuna? A mani basse. Laurone è tutto d'un pezzo e più volte si è reso utile alla causa nella metà campo difensiva. In attacco non ha molti punti nelle mani (eufemismo) e si sapeva, ma ciò che ha prodotto nella sua metà campo basta e avanza. Il crac in garauno di finale ha spazzato via tante speranze e certezze, la strada della guarigione è lunga. Forza Lauro!

BONELLI 8,5 - Giocatore di grandi qualità e uomo di grande spessore, il "Boa" ha conquistato tutti con la sua generosità, la determinazione e la voglia di migliorarsi. Bersaglio preferito di Baldini, che comunque al Boa non rinuncerebbe per niente al mondo. L'infortunio di Biagioni lo ha costretto ad agire anche da playmaker con ottimi risultati. Anche lui farà il grande passo, un giorno prima del Capitano, portando all'altare nella sua Siena la fidanzata Angela.

DEL CARLO 8 - Mezzo voto in più, perchè il ragazzo ha mostrato una dote non comune: l'umiltà. La sua stagione non è iniziata benissimo, soprattutto perchè Davide non sentiva la fiducia. Poi la situazione è cambiata sia per merito suo sia per merito di un Baldini che ha capito le potenzialità del ragazzo, soprattutto se utilizzato per quel che sa fare. La crescita di Del Carlo è stata notevole, nelle semifinali con Altopascio ha giocato da capolavoro. Una piacevole sorpresa sotto tutti gli aspetti.

MARCHI 8,5 - La cosa che fa più rabbia è che avrebbe le potenzialità per spaccare il mondo, ma ogni tanto se lo dimentica. Guidino ha giocato una stagione sopra le righe, in crescita tecnica e fisica, con la ciliegina sulla torta dello schiaccione contro Foligno, l'azione che ha dato il via alla rimonta di una gara memorabile. Ogni volta che è entrato ha lasciato il segno, nelle finali ha dovuto giocare da secondo lungo e non è la stessa cosa....ma è uno che il prossimo anno lascerà ancora di più il segno, scommettete?

MATTEI 9 - Mettetela come vi pare, ma per noi Il Pirata è stato il migliore della truppa. Per voglia, per abnegazione, per determinazione, per carattere, per il coraggio che non gli è mai mancato neppure nelle situazioni più difficili. Ha giocato una stagione di grande costanza, è passato da un allenatore all'altro senza fare una piega. Si è infilato la bandana, ed ha continuato a mulinare basket. Andrebbe blindato a vita, ma crediamo che non ci sia bisogno di appelli.....

LA SIMONETTA - La Simonetta è....la Simonetta!! Non ci sono altri nomignoli. Come si fa a non dare un 9,5 a chi corre da una parte all'altra del palazzetto dal primo giorno di raduno all'ultima giornata di campionato, sempre pronta ad aiutare tutti, e pronta a fare anche mezzanotte nella sua stanzina per massaggiare i muscolucci dell'infortunato di turno? Non gli diamo 10 sennò si monta la testa e magari si prende il procuratore, ma ce ne fossero di persone come lei, disponibili e competenti.

AROLDO - Arrivato assieme a coach Baldini, è entrato subito nei cuori dei tifosi e della società per il suo attaccamento ai colori biancoblù. Gli diamo 8 perchè è riuscito (non si sa come) a defenestrare Bruno dalla panchina, confinandolo a soffrire in tribuna (a volte anche sotto).

IL COACH - Beh, dare un voto a Marco Baldini è riduttivo. E' arrivato a dicembre e ha fatto quel che ha fatto, non vediamo l'ora di vedere cosa riuscirà a fare prendendo la squadra dall'inizio. Ha un rapporto molto diretto con i giocatori, una caratteristica che porta i suoi atleti a rendere sempre al massimo.

IL CAVA - Ottimo ragazzo e perfetto assistente, dopo due anni ha scelto di proseguire la carriera a Massa Cozzile con grandi incarichi e responsabilità. Il voto non può essere che positivo (8), anche se non ci ha mai portato con lui, dopo l'allenamento, a "riscuotere le polizze"....

FRANGO -

BRUNIANO -

IL DOC -

PAOLINO -

PELLEGRINO -

 

 

—————

Indietro