IL PRIMO MATTONE PER "CASA SALVEZZA"

06.01.2015 11:44

Un vecchio spot di una famosa grappa recitava “col cuore si vince”.
Chi come me ha qualche anno sulle spalle se lo ricorda ancora, chi è giovane non lo conoscerà ma dopo la partita di domenica scorsa lo ha capito benissimo. L’impresa, perché di impresa si deve parlare, che i nostri ragazzi hanno compiuto contro Cecina, che era la seconda forza del campionato, è davvero di quelle che non si dimenticano, di quelle che ti fanno dire “io c’ero”, di quelle che nelle sere d’estate entrano di diritto nei ricordi al pari del canestro promozione o della stoppata stellare.
Due partite, quattro punti, e pure meritati, anche un po’ fortunati ma meritati.
Il lavoro di Andrea Niccolai in palestra si vede eccome; non voglio assolutamente voltarmi indietro e giudicare quello che è stato fatto prima, voglio guardare avanti e vedere come tutti coloro che ruotano attorno alla Pallacanestro Monsummano sono diventati un blocco unico che tira dalla stessa parte, che mette staff tecnico e giocatori in grado di svolgere al meglio il proprio lavoro quotidiano sul parquet.
Dirigenti, allenatori, pubblico… tutti nella stessa direzione, a spingere una squadra che un po’ alla volta scopre le proprie potenzialità e si applica con autostima crescente in vista di un mese, quello di gennaio, che ci propone disfide con le prime quattro squadre del campionato condite con la trasferta fondamentale (e infrasettimanale) di Oleggio.
Il primo mattone (leggi due punti) è stato messo, la costruzione di “casa salvezza” è appena iniziata ma siamo pronti tutti a sporcarci le mani per arrivare fino in fondo.

—————

Indietro