IL GRANDE SOGNO

08.05.2014 13:12

I sogni aiutano a vivere meglio. I sogni impongono di cercare di fare sempre il massimo per coronarli, soprattutto se è un sogno inseguito da 4 anni. Per dare seguito ai sogni, nella vita bisogna sempre cercare di rimediare ai propri errori per pensare in grande e imporsi di fare sempre meglio. E questa regola vale in tutti i campi, figuriamoci nello sport. Ecco che la semifinale contro Civitanova è l'emblema di come si sia sviluppata questa stagione. Civitanova è stato il campo dove la Meridien targata Rastelli ha vinto la sua prima partita in trasferta, con una rimonta prodigiosa nel cuore della ripresa, rimediando alla sconfitta iniziale contro Livorno e dando l'impressione di poter fare un cammino convincente. Sappiamo tutti come sono andate le successive 14 giornate e proprio contro Civitanova al ritorno è arrivata l'ultima vittoria della vecchia gestione, prima di inabissarsi contro Altopascio. Da quando al timone biancoblù è arrivato coach Tommei la Meridien ha cambiato volto, ha cambiato marcia e si è messa al lavoro in silenzio, a caccia della migliore posizione possibile in classifica, persa ormai ogni speranza di promozione diretta. Numeri: prima 9 vinte e 7 perse, dopo 8-2. Il rush finale è valso il terzo posto in classifica e la nomina a mina vagante dei playoff. Ma attenzione: anche Civitanova è in grande forma, ha vinto dieci delle ultime dodici partite disputate e ci ha sempre fatto soffire, anche se all'andata mancava Mario Boni ed al ritorno Gabriele Niccolai. Adesso ci sono Boni e Circosta e quindi il confronto sarà completo, ma i marchigiani hanno la serenità di chi non ha nulla da perdere, e la consapevolezza che una garadue di giovedi nelle Marche almeno dal punto di vista logistico ci penalizza. C'è grande rispetto dell'avversario, ma non paura. Quello che ci da forza, quel che ci conforta è che i ragazzi sono pronti, sono carichi, sono consapevoli delle proprie possibilità e che una società intera crede di poter realizzare il proprio sogno. Giocare i playoff è bellissimo, farlo da protagonisti lo è di di più. Realizzare i propri sogni lo è ancora di più. Forza ragazzi.

—————

Indietro