MONTAGNE RUSSE

17.11.2014 16:23

E' ancora difficile capire dopo 8 giornate qual è il vero valore della squadra biancoblù, che non è finora riuscita ad esprimersi con continuità. Il bilancio non è proprio lusinghiero (2 vinte e 5 perse) e fuori casa il piatto piange (tre partite, tre sconfitte), ma il dato che salta all'occhio è la differenza della qualità della prestazione da una settimana all'altra. E' come essere sulle montagne russe, dove non c'è una linea retta ma si va molto su e parecchio giu. Ma non siamo al Luna Park, siamo in un campionato parecchio equilibrato dove proprio la continuità di rendimento potrebbe fare la differenza. Scintillante contro Siena, decisamente sottotono a Borgosesia, autoritaria contro Bottegone, "moscia" contro Empoli: finora Monsummano ha mostrato varie sfaccettature, quasi come se fosse indecisa su come diventare grande, semmai lo diventerà. L'inizio morbido è stata la chiave del match di Empoli (14-2 dopo 4'), così com'era successo contro Bottegone. Ma se sabato scorso nel derby i ragazzi sono stati bravi a tornare subito in partita, stavolta si sono scontrati con una squadra più energica, paradossalmente più motivata. Diciamo paradossalmente perchè quello di Empoli era uno scontro salvezza per noi e per loro, ma solo gli empolesi lo hanno interpretato in modo adeguato. Della Meridien che conosciamo noi abbiamo visto qualche traccia nel terzo quarto, e sono bastati 4 minuti di buona pallacanestro per rimettersi in partita e spaventare gli avversari. Ma tirando col 25% e ottenendo poco dai lunghi non si vince neanche in Promozione. L'approccio alla partita è finora uno dei problemi principali che coach Fantozzi sta cercando di risolvere, e a vedere dai risultati siamo parecchio lontani dal traguardo. Il futuro presenta per Zani & co. 3 scontri diretti nelle prossime 4 partite, la classifica non è certo allarmante ma adesso abbiamo anche capito contro chi dovremo lottare per salvarci.

—————

Indietro