A PIOMBINO, NELLA GARA DECISIVA, UNA BELLISSIMA PRESTAZIONE COLLETTIVA.

28.05.2012 01:18

Questi i giudizi sui giocatori biancoblù dopo garatre a Piombino.

 

BIAGIONI 7,5 - Sin dalla prima palla fa capire a Biancani che se la vuol giocare fino in fondo, attaccando il dirimpettaio con veemenza e condizione. E' un Biagio d'annata quello del Palatenda, sempre lucido, sempre pronto. Partita che va al di là delle cifre.

BONELLI 7,5 - In attacco fa scena (quasi) muta, ma c'è un motivo: si dedica completamente alla difesa su Magnani, con risultati eccellenti. Il tiratore della Solbat finisce la partita con solo 4 punti ed un gran mal di testa. Una vittoria nata dalla difesa, di cui il Boa è stato il primo protagonista.

MATTEI 7,5 - Si vede che deve riprendersi dallo shock di garadue e gioca quindi senza forzare, e sfodera una partita di spessore. Fa la cosa che gli riesce meglio: raccoglie falli (8 alla fine), bene ai liberi (6/6), getta in campo tutta la rabbia possibile trasformandola in energia positiva. La dimostrazione che si può giocare bene anche senza strafare.

MONZECCHI 8 - Un'altra grande partita, la seconda consecutiva, in linea con playoff di altissimo livello. Nel terzo quarto Paolo tira fuori il meglio del repertorio in attacco e in difesa, è il miglior rimbalzista (10), raccoglie falli (4), chiude con uno scout d'oro. Ma le cose che non si vedono sullo scout sono più importanti, una presenza sempre più forte in questa Meridien dalla testa alta.

AMBROSINO 7,5 - E' in tutte le tonnare che si accendono sotto canestro, dove Vergara, Maritano e Camerini provano a dipanare la sfida. Niente da fare, il Capitano non si sposta, e spesso esce con la palla in mano da situazioni intricatissime (4 recuperi, 6 rimbalzi). Apre e chiude l'incontro con le triple, che altro chiedere?

FRACASSINI 7 - Con una ripresa di grande cuore rimedia ad un primo tempo dove sembra non aver capito il tono della sfida. L'azione del canestro+fallo a metà del terzo quarto dà la spallata decisiva al match, finalmente lo abbiamo visto "cattivo".

MARCHI 8,5 - Mezzo voto in più di tutti perchè i suoi 11 punti nel cuore del terzo quarto marchiano a fuoco la sfida. E' imprendibile per chiunque, sia contro la uomo che contro la zona, è il miglior realizzatore biancoblù e prende anche 5 rimbalzi. The rising star, mi dicono di plasmarlo così: accontentati.

ZITA 7 - Segna i canestri che mettono i chiodi nella bara della Solbat, iscrivendosi con merito alla festa: d'altra parte, senza la sua meravigliosa prestazione di garauno, staremmo a parlare di tutt'altre cose.

CASTRI 7 - Nel primo quarto, entra, prende palla, tira e segna. Sembra il preludio ad un diluvio, invece Sandrino sbaglia quattro tiri di fila ed esce dalla partita, giocando comunque 8 utili minuti. Ritroverà in finale la sua vecchia squadra, e questo gli basta per essere carico come un barile di tritolo.

—————

Indietro