LA SFORTUNA ASSALE LA MERIDIEN E MONTECATINI DOMINA GARAUNO: 76-49

30.05.2011 10:24

GARAUNO DI FINALE AMARISSIMA per la Meridien: al Palaterme il Montecatini Sporting Club vince nettamente (76-49) e mercoledì al Palameridien avrà la possibilità di conquistare la promozione in B Dilettanti. E' stata una gara parecchio sfortunata per i biancoblù, che per un tempo e mezzo hanno tenuto testa a Montecatini, per poi accusare gli infortuni di Binelli e Del Carlo e perdere contatto con la partita: decisivo il break dei padroni di casa a cavallo tra il secondo e il terzo quarto.

Il primo canestro delle finali è una tripla di Biagioni, un canestro che fa sperare i centinaia di tifosi biancoblù accorsi in un caldissimo Palaterme. Niccolai pareggia subito i conti, mentre si mette in moto Andrea Tommei, l'ex di turno che infilza la nostra difesa con triple e penetrazioni. Montecatini sale a +6 (13-7), replica Biagioni da tre, una invenzione di Bonelli porta Monsummano in vantaggio (13-14) prima che Niccolai chiuda il primo quarto con un canestro da fuori (15-14). Alla ripresa del gioco Mattei sigla l'ultimo vantaggio Meridien (15-16), da qui Montecatini prende lentamente il comando della gara. Tommei segna 8 punti di fila, e con Bonora porta i suoi a +8 (25-17). Intanto coach Baldini ha perso Binelli per infortunio, Bernardelli ha tre falli e Del Carlo ha problemi muscolari, proprio nel momento in cui Biagioni chiede di tirare il fiato. Un vortice di combinazioni negative che stordiscono la Meridien, capace di produrre gli ultimi lampi con Marchi e Ambrosino (30-27 al 19') per poi subire un 7-1 in 40" che porta Montecatini sul +9 all'intervallo (37-28). Il vantaggio sale subito a 14 con due canestri da sotto di Tessitori ed una tripla di Cei, e da questo momento la Meridien sparisce dal campo, provata nel corpo e nella mente da una gara complicatasi oltre ogni previsione. Le rotazioni di coach Baldini sono ridotte all'osso e nell'ultimo quarto giocano Ballocci e Bellini, sperando che i titolari recuperino qualche energia per garadue. Montecatini invece continua a premere sull'acceleratore, Galiazzo si mette in luce sigla sulla sirena la tripla del massimo vantaggio. Una punizione troppo severa per Monsummano, comunque troppo passiva nella fase decisiva della gara. E Montecatini non ha perdonato.

—————

Indietro