OTTIMO INIZIO DEL GIRONE DI RITORNO: ESPUGNATA LIVORNO (68-79)

14.01.2014 12:03

La Meridien inizia il girone di ritorno con una rinfrancante vittoria sul campo della Liburnia Livorno (68-79), ritrovando il cuore e l'intensità dei giorni migliori. Assenze importanti per entrambe: Livorno ha coach Pardini influenzato e sostituito in panchina da Menichetti, mentre sul parquet mancano Stolfi da una parte (il giustiziere del match d'andata) e Gabriele Niccolai tra le file biancoblù, fermato dalla tendinite. La differenza in un primo tempo di marca labronica sta tutta nel tiro da tre punti: Livorno ha 7/13, la Meridien un misero 1/10. Nei primi 20' la gara è sostanzialmente in mano ai padroni di casa, che si portano avanti grazie alle triple di Orsini e ad un maggior vigore. Coach Rastelli parte con Bargiacchi in quintetto al posto di Niccolai ma il primo quarto della Meridien è troppo passivo in difesa (25-18 per Livorno). Nel secondo quarto Monsummano passa a zona e inizialmente la mossa sembra dare effetti, la tripla di Barontini da il via alla rimonta che si concretizza con un canestro di Verdiani (32-32). La risposta della Libertas non si fa attendere, Orsini e Dell'Agnello ispirano il 7-0 che riporta avanti i labronici, e solo un positivo finale di Zani tiene Monsummano in scia (44-40).
Nella ripresa Monsummano cambia decisamente marcia in difesa e Livorno sta sei minuti senza segnare, pian piano i biancoblù trovano ritmo anche in attacco e con Vannini e Verdiani firmano il +8 (52-44). Entra in pista anche Boni che firma il vantaggio in doppia cifra, e che soprattutto si fa sentire in difesa con aiuti e raddoppi. Sidoti segna il primo canestro della Libertas dopo 6 minuti e costringe Vannini al terzo fallo, ma anche Livorno ha Benini con quattro penalità. La Meridien chiude comunque con personalità il quarto grazie ad un bel finale di Tempestini sui due lati del campo mentre Barontini infila la sua seconda tripla sulla sirena (63-49). Negli ultimi 10' la Libertas prova il tutto per tutto alzando la difesa, la Meridien tocca un altro vantaggio importante (66-51) e spreca diverse occasioni per allungare ancora, dando morale alla squadra avversaria, tant'è che a 6' dalla fine Livorno è ancora viva (66-55). Monsummano però è in partita con la testa e col cuore, riprende a difendere forte e chiude la gara in cassaforte nei minuti finali, toccando anche i 20 punti di vantaggio.

—————

Indietro