PARLA COACH RASTELLI, ANCORA PIU' CARICO DI PRIMA !!

29.05.2013 18:17

Smaltita l'amarezza per la beffarda conclusione dell'avventura nei playoff, coach Samuele Rastelli è già pronto per programmare la nuova stagione, anche se di novità ufficiali dalla dirigenza non ne sono filtrate. Intanto, il nostro coach avrà una estate impegnativa dovendo sostenere il primo anno di corso per diventare Allenatore Nazionale, prima di questo però ha accettato di sottoporsi alle nostre domande.

- Come giudichi la stagione appena conclusa?

"Non posso giudicarla in due parole, quello si fa al Bar dello Sport, io devo fare un'analisi profonda della stagione. Ad oggi se ci voltiamo indietro abbiamo solo negli occhi le due sciagurate partite con Empoli che ancora riempiono il cuore di ognuno di noi di rabbia, ma io non posso in un'analisi globale dimenticare che un mese prima, dopo un lavoro straordinario, eravamo a giocarci lo spareggio con Piombino per la testa del campionato...."

- Qual è il principale rammarico che hai, ripensando alla serie contro Empoli?

"Se scegli di fare l'allenatore non puoi avere rammarico di una scelta, la devi fare e basta, se azzecchi la mossa sei un mago, altrimenti sei inadeguato. Rifarei tutto, ecco".

- Pensi che la squadra abbia subito il contraccolpo psicologico della sconfitta di Piombino?

"Non per nulla prima ho parlato di otto mesi, quando abbiamo alzato la testa dopo aver vinto contro tutti nel girone di ritorno e ci siamo trovati Piombino ad un passo, ci abbiamo creduto e ci abbiamo provato. Nonostante gli appelli a non vedere in quella partita un'ultima spiaggia, abbiamo bruciato molte delle nostre energie nervose in quella partita, energie essenziali per tenere alto il livello agonistico settimanale e di prestazione in partita. Nei playoff ne abbiamo risentito, ma di questo se ne poteva accorgere solo chi vedeva il lavoro settimanale". 

- Qual è a tuo giudizio la lacuna maggiore della squadra emersa in questa stagione?

"Non credo abbia un grande senso trovare una lacuna nella squadra. E' chiaro che nell'analisi di cui ho parlato prima mi sono fatto un'idea precisa di cosa migliorare, idea che però preferisco riferire alla Società. Dobbiamo provare a crescere, se ci sarà la possibilità di continuare l'opera iniziata ad agosto dello scorso anno, nel nostro primo giorno di raduno".

- Chi andrà in B secondo te tra Orvieto ed Empoli?

"Orvieto e' la formazione più completa, Empoli le proverà tutte e se Moroni non ha finito la benzina tutti i risultati saranno possibili".

- Una gara che vorresti rigiocare subito, se tu potessi?

"Non gare, ma attimi, gli ultimi secondi di garauno e gli ultimi secondi di garadue della serie con Empoli. Con un pizzico di buona sorte in più, oggi saremmo a parlare di finale ottenuta con un 2-0 su Pontedera e un 2-0 su Empoli......".

- Alla fine di questa annata, vedi il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

"Ad un nostro dirigente, la notte della sconfitta di garadue ho scritto un sms dicendo che ero all'inferno e stavo bruciando vivo. Il bicchiere una settimana fa era completamente vuoto, poi passano i giorni e, nonostante gli anonimi interlocutori di vari forum si ergono a intenditori e specialisti, il bicchiere si riempie, deve riempirsi, altrimenti non fatichi tanto per fare l'allenatore".

- Difficile coesistenza tra Magrini e Romano; apporto incostate dei playmaker; rotazioni difficili tra i 4 lunghi. Quale di questi fattori ha inciso secondo te negativamente?

"I video di Gazzarrini! Ci hanno distolto da quello che era il nostro obbiettivo! Un modo come un altro per alleggerire un po' la tensione e glissare su questa domanda.......Le risposte ce l'ho ma ne parlerò con chi di dovere".


 

—————

Indietro