PIOMBINO SBANCA IL PALAMERIDIEN (64-67): SI VA ALLA BELLA

23.05.2012 21:11

IL GRANDE SOGNO biancoblù di arrivare in finale è finito (ma solo rinviato) a 7 secondi dalla fine, sulla tripla + fallo scagliata da Magnani che ha decretato il sorpasso del Piombino. L'unico sorpasso di tutta la partita, ma un sorpasso decisivo, perchè consente alla Solbat di pareggiare la serie e di rinviare tutto a garatre, in programma domenica a Piombino (ore 18). La Meridien ha giocato una partita di grande cuore, è stata sempre in vantaggio (anche + 16), ma è stata tradita dalle sue guardie, massacrate da Biancani (18) e Magnani (25). La Solbat inizia con grande vigore e non sbaglia i primi tre tiri (2-7), ma l'ingresso in campo della Meridien non tarda: Biagioni si prende due triple siderali in transizione, Bonelli lo accompagna con altri due missili da lontano e i biancoblù firmano il primo allungo (15-7 al 6'). Il time out di coach Bini non ferma l'onda termale, che continua a macinare gioco ma soprattutto a difendere forte, chiudendo il primo quarto in meritato vantaggio (24-9) con una magia sulla sirena di Zita. Un vantaggio suffragato anche dalle cifre: 9/17 al tiro di Monsummano contro 4/15 di Piombino. Nel secondo quarto almeno inizialmente la Meridien continua l'allungo, siglando il massimo vantaggio al 13' (29-13). Gli ospiti però non ci stanno a sentirsi battuti, Bini mette in campo Camerini e la partita ha una piccola svolta, anche perchè la panchina Meridien non ha un grande impatto. Piombino firma un 4-12 (bene Vergara) che rimette la gara quasi a contatto (35-27) e Biancani sbaglia il tiro del -6: buon per Monsummano che con una tripla di Castri porta tutti all'intervallo con un vantaggio giusto per quanto visto nel primo tempo (38-27). Nella ripresa si scalda Magnani, le sue triple portano il match in parità (42-42) e per Monsummano è tutto da rifare. Dalla lunetta Bonelli e Monzecchi segnano liberi preziosi, si vede anche Fracassini e sono sei punti di fila di Monzecchi a riportare la Meridien ad un buon vantaggio (60-51 al 34'), segno che la squadra c'è e ci crede. Sul più bella però la luce si spegne, in attacco non combiniamo più nulla di buono mentre Biancani e Magnani sfruttano alcune situazioni fortunate (palle vaganti, distrazioni) per preparare il colpo del ko. A 28" dalla fine la Meridien è in vantaggio (64-62) pur segnandolo solo 4 punti in 5'. Rimessa laterale a metà campo per i biancoblù, basterebbe rimettere il pallone in campo e aspettare il fallo della difesa piombinese, il Pirata rimette la palla ma in mano a Biancani. Un errore tremendo che costerà carissimo: il play della Solbat serve Magnani, che si prende una tripla pazzesca dall'angolo e la segna, subendo anche fallo da Mattei dopo il tiro, cioè con palla già verso il canestro. Due liberi da regolamento e in una azione Magnani segna 5 punti, che ribaltano la gara a favore degli ospiti. Mancano 7", Baldini chiama time out e organizza il tiro per i supplementari. Piombino stranamente non fa fallo (o non ci riesce), la palla arriva a Mattei per un buon tiro da tre dall'angolo a 2" dalla fine: il ferro respinge le speranze biancoblù e alimenta la beffa. Un vero peccato, una sconfitta amara, un regalo che Piombino si tiene stretto.

—————

Indietro