SIAMO IN FINALE!! UNA GRANDE MERIDIEN SBANCA PIOMBINO ANCHE IN GARATRE (59-73)

28.05.2012 01:14

Vola in finale la Meridien, vola all'ultimo atto della stagione. Meravigliosa impresa dei ragazzi di Marco Baldini, che vincono per la seconda volta in una settimana nel caldissimo Palatenda (59-73) e si presentano all'appello del  Costone Siena: garauno domenica a Siena, garadue mercoledì 6 a Monsummano. Prestazione fantastica di tutta la squadra, che ha controllato la partita dal primo all'ultimo minuto, con Magnani azzerato da un monumentale Bonelli. Sin dalla prima palla si vede che le facce dei nostri ragazzi sono quelle giuste: pronti, via e Ambrosino spara una tripla, seguito da una magia di Biagioni. Piombino reagisce con due triple di Vergara ed un canestro di Calò, va in vantaggio (8-5) ma questo sarà il primo e unico vantaggio di tutta la gara. La sinfonia biancoblù parte con sei punti consecutivi di Monzecchi (8-15), Castri firma il +12 (9-21) e sembra esserci una sola squadra in campo. Biancani rappresenta tutto l'orgoglio della Solbat dato che Magnani, seguito fino negli spogliatoi da Bonelli, non può dargli una mano. E' il play cecinese a guidare la rimonta della Solbat, che trova per pochi minuti ritmo e fluidità e tanta energia con l'ingresso di Camerini, che impatta al 14' (23-23). La Meridien però non vuol fare altri regali, e dopo aver subito un 14-2 di parziale rialza la testa e va definitivamente in fuga: Marchi rompe l'emorragia, Monzecchi e Biagioni guidano l'attacco biancoblù che, dopo aver chiuso all'intervallo con un vantaggio minimo (27-30), se ne va nel terzo quarto. Dieci minuti di grande basket in attacco e in difesa che ammutoliscono il pubblico piombinese e bloccano ogni reazione della Solbat. Biancani segna al 24' la tripla che rappresenta anche l'ultimo sussulto di Piombino (34-37). Il quintetto biancoblù sigla in 5' un break di 23-12 firmato principalmente da Marchi, ben assistito da tutti i compagni. Alla terza sirena Monsummano conduce di 14 punti (46-60) e l'atmosfera è quella delle grandi imprese. La tripla di Ambrosino a metà dell'ultimo quarto (48-67) mette il sigillo sulla vittoria, seguito da Zita che sigla il massimo vantaggio (48-69). Piombino non segna più e perde molti palloni, Magnani si fa male in uno scontro di gioco ed esce dal campo, mentre a 3' dalla fine Bini toglie anche Vergara. E' il segnale della resa, è il segnale dell'inizio della festa per giocatori e tifosi biancoblù. Siamo in finale, meritatamente.

—————

Indietro