UN BRUSCO PASSO INDIETRO

03.11.2013 23:36

La partita di Fucecchio è stata per certi versi un incubo, iniziato alla palla a due e terminato alla sirena finale, nel quale la squadra biancoblù ha fatto la figura della vittima sacrificale senza colpo ferire. Timida, impacciata, lenta, poco aggressiva, la Meridien ha incassato il break iniziale della squadra di casa (22-6) e da lì non ha fatto molto altro per tornare in partita, se non riavvicinarsi a -8 in un paio di occasioni ma senza concretizzare una rimonta vigorosa, subendo anzi sempre un canestro da tre o un contropiede che hanno riallargato la forbice. Troppo brava la Folgore o troppo brutta Monsummano? Come sempre la verità sta nel mezzo, Fucecchio ha confermato di essere una buona squadra che in casa saprà far soffrire tutti, ma la squadra biancoblù era lontanissima parente di quella frizzante e incisiva che aveva vinto le ultime tre partite. Al termine della gara anche lo stesso entourage fucecchiese non si capacitava di quale squadra avesse affrontato. Cosa sia successo sul parquet di Fucecchio ha mille spiegazioni, dalla serata storta ad un possibile calo di concentrazione, per finire ad una certa confusione che potrebbe aver creato una settimana difficile, vissuta nella speranza di poter riavere in campo Mario Boni. Mario sarà assente ancora per qualche tempo e quindi dobbiamo affrontare l'emergenza come nelle ultime partite, rimboccarci le maniche, la classifica è corta e compatta (nove squadre in due punti, mai visto un equilibrio simile), e tornare a vincere sin dalla prossima partita di sabato al Palameridien contro Pontedera. 

—————

Indietro