UNA BELLA CURA PER RIPARTIRE FORTE

19.11.2014 18:59

Sabato scorso per me è stata una serata molto difficile per me, dopo la partita degli Under 17 (che peccato vederli perdere così, dopo una partita di cuore ed intensità anche in mezzo ad errori) e in procinto di partire per Empoli ho cominciato a non sentirmi bene.
Che faccio? Vado? Non vado? Vado!
Mi pareva di star meglio ed invece non era così, ho visto la partita raggomitolato su me stesso, ed anche adesso che scrivo non ho recuperato pienamente (troppo lunghi da scrivere i motivi) ed ho prestato attenzione ridotta alla partita….
Mi è parso di vedere una “non” partenza, con loro che sembravano indemoniati, un recupero strada facendo, forse la possibilità di giocarsela nel finale ma intanto mi dicevo “non sono mica tanto sicuro di aver visto bene, magari i ragazzi vanno bene e io che sto male non vedo proprio niente”.
Dopo due giorni ho letto e parlato e ripensato alla partita: cavoli, avevo visto proprio bene, non ero io che stavo male e basta, era proprio tutto vero, le urla (quante!) dei tifosi empolesi vittoriosi non me le ero inventate, la nostra squadra sempre ad inseguire e la rabbia dei tifosi in tribuna era realtà cristallina e non dettata dalle mie precarie condizioni fisiche.
Tra una medicina e l’altra mi son detto: una bella cura ci vuole adesso, prima che arrivi l’inverno, per essere pronti alle battaglie quando i virus stagionali (leggi avversari) ci attaccheranno, senza timori reverenziali e magari fin da subito.
Io il lavoro su me stesso lo sto facendo da tempo, ragazzi volete le mie medicine?

—————

Indietro