UNA BRUTTA MERIDIEN CADE A FUCECCHIO (71-61)

03.11.2013 22:15

La più brutta Meridien della stagione perde malamente a Fucecchio (71-61) e vede sfumare per il momento la possibilità di agganciare la vetta, considerata la sconfitta di Bottegone in casa contro Civitanova. Una partita sottotono per i biancoblù, che non hanno affrontato una partita pericolosa con la giusta attenzione. E l'avvio è sintomatico di quale serata attenda i tifosi biancoblù: 8-0 dopo 3 minuti, con Fucecchio che segna in scioltezza e Monsummano che sbaglia i primi 5 tiri. I biancoblù si dimostrano subito incapaci di invertire la rotta, Fucecchio non crede ai propri occhi e a suon di triple arriva a +16 (22-6), maltrattando gli avversari sia in attacco che in difesa. Tessitori fa quello che vuole in area, il passaggio a zona esalta Danesi che piazza due triple. Il primo tempo è quindi tutto di marca locale, con Casciani che si aggiunge a far danni nella nostra difesa. Monsummano ha un lampo grazie a Tempestini e Marchi e torna a - 8 (32-24) ma l'azione biancoblù non ha continuità e i padroni di casa chiudono all'intervallo a +10 (43-33). Nella ripresa resta deluso chi si attende la reazione di Monsummano, che accusa in apertura un break di 11-4 e precipita a -18 (58-40). Melosi, entrato come settimo uomo ma giocatore molto spesso determinante, si conferma tale e con 11 punti nel quarto tiene a distanza una Meridien sconclusionata, poco lucida, che non dà mai l'impressione di poter invertire la rotta. Coach Rastelli ha poco da Zani e Vannini, letteralmente fuori partita, e non riesce a trovare alternative al tiro di Niccolai e a qualche buona invenzione di Tempestini. Al 30' il vantaggio della Folgore è importante (64-48), la Meridien compie un altro timido tentativo di rimonta con gli ultimi due canestri di Niccolai (69-58) ma non c'è niente da fare, Casciani e Loni trovano canestri importanti e per Monsummano (20 palle perse e 5/22 da tre punti) cala il buio. Fucecchio festeggia una vittoria insperata soprattutto nel modo e nelle proporzioni e affianca Bottegone al primo posto in classifica. Per Monsummano, che dovrà rinunciare ancora per un po' a Mario Boni, è tempo di rimboccarsi le maniche e tornare a lavorare a pancia in terra.

—————

Indietro