UNA GRANDE MERIDIEN VINCE A MATELICA (81-70)

01.03.2014 19:58

Vittoria di grandissima importanza per la squadra biancoblù, che sbanca il palazzetto di Cerreto d’Esi (70-81) e conquista una vittoria fondamentale per inseguire il terzo posto, pareggiando anche la differenza canestri con Matelica. Prestazione strepitosa per i nostri ragazzi, per Stefano Tommei è la quarta vittoria consecutiva, ma è forse il segnale più forte che la Meridien è viva e vegeta, e che sta crescendo a vista d’occhio. La vittoria biancoblù è limpida e cristallina, figlia di una partita sempre in vantaggio. Monsummano parte di buona lena e si piazza in testa sin dal primo pallone. Il piano partita di coach Tommei è di dare la palla a Vannini, puntando sulla difficoltà dei lunghi avversari nel marcarlo. Il lungo labronico risponde con un primo tempo da urlo: 19 punti, 7 rimbalzi, 8/12 al tiro e un assist, cifre che spingono Monsummano a vantaggi che sfiorano la doppia cifra. Matelica stenta a entrare in partita e prova ad aprire la difesa avversaria col tiro da tre punti, ma le percentuali del primo tempo sono basse (5/17). Occorre un secondo quarto di puro talento di Usberti per ricucire il primo strappo construito dalla Meridien, tant’è che 8 punti filati dell’esperta ala matelicese portano alla parità a 3’ dalla fine del secondo parziale (32-32), ma 4 punti di Boni, una tripla di Marchi e ancora il solito Vannini firmano il 13-2 con cui si va all’intervallo. Nel terzo quarto Monsummano riprende il discorso da dove l’aveva lasciato, Niccolai e Tempestini segnano da tre, Boni segna un canestro di puro talento e la Meridien vola a +21 (37-58) con un missile di Zani. Un parzialone di 13-3 che sembra mettere in ginocchio la squadra di casa, ancora imprecisa da tre punti. Il timeout di coach Sonaglia è provvidenziale e Matelica risponde con 10-0 firmato quasi interamente da Quercia (47-58 al 27’). Qui la squadra di casa prende fiducia e inizia a spingere, Amoroso ritrova la mira dalla lunga e Monsummano vede le streghe, perché Matelica arriva fino a -4 (62-66 a 8’ dal termine) chiudendo un break di 25-8 in 10’. Coach Tommei rasserena le idee ai suoi ragazzi e Monsummano riparte: Zani segna da tre, Boni (osannato dal pubblico di casa a inizio partita) segna 6 punti di fila e la Meridien torna a +11 (64-75 al 36’). I biancoblù gestiscono con lucidità le battute finali anche perché Matelica torna a sparare a salve da tre punti, e il canestro di Vannini (assoluto dominatore della partita) a 2” dalla fine pareggia il -11 subito all’andata.

VIGOR MATELICA – Sorci 6, Porcarelli 7, Pecchia 11, Amoroso 17, Usberti 18, Quercia 11, Montanari, Gatti, Bracchetti ne, Hysa ne. All.: Sonaglia.

MERIDIEN – Tempestini 7, Niccolai 6, Zani 12, Boni 18, Vannini 26, Barontini, Bargiacchi 2, Marchi 3, Piccoli, Verdiani 7. All.: Tommei.

ARBITRI –

PARZIALI : 17-22, 34-45, 56-65

—————

Indietro