UNA MERIDIEN DA RECORD ABBATTE PESARO (108-88)

31.03.2014 19:18

A nostra memoria, raramente siamo riusciti a segnare più di 100 punti in una partita negli ultimi 3 anni. Sabato sera invece una Meridien con le mani caldissime ha regolato il Loreto Pesaro (108-88) e si è rimessa in moto verso il terzo posto, grazie alle sconfitte di Osimo e Matelica. I ragazzi biancoblù sono stati autori di una prestazione balistica di tutto rispetto, con un grandioso 68% da tre punti (19/28) che si è rivelato giocoforza decisivo per la vittoria. I tifosi presenti al palazzo si sono stropicciati gli occhi davanti alla grande prestazione di Valerio Circosta (29 punti con 8/12 da tre e 8 assist), giocatore che ha confermato di essere un'addizione importante per questa squadra in ottica playoff.

Sulle ali dell’esterno romano la Meridien (priva di Mario Boni e Gabriele Niccolai) inizia la gara col piglio giusto e sembra poter controllare agevolmente il match. Ai canestri di Circosta si uniscono a quelli di Zani e all’intervallo Monsummano ha un vantaggio meritato (48-39), grazie come detto alla ottima percentuale nel tiro da tre punti (10/18 dopo 20’), mentre Pesaro non ha la stessa costanza di rendimento. Nel terzo quarto l’ingresso dell'esperto Gattoni cambia la partita, Pesaro raggiunge la parità a quota 57 grazie ad una sequenza di 5 triple di fila e ad una serie di disattenzioni difensive dei padroni di casa. Coach Tommei (squalificato) cerca di dare indicazioni ai suoi dalla tribuna e tra queste arriva l’idea di mettere in campo Guido Marchi, e la mossa si rivelerà vincente. Il giovane lucchese insieme ad Ambrosino guida il parziale di 18-4 che cambia la partita e la rimette nelle mani dei padroni di casa, che allungano con decisione a partire dall’ultimo quarto. Poi rientra in campo Circosta che segna altri 9 punti e chiude definitivamente i conti.

—————

Indietro