UNA OTTIMA MERIDIEN BATTE NETTAMENTE SAN GIOVANNI VALDARNO (71-49)

20.03.2011 12:03

AVVISO AI NAVIGANTI: la Meridien fa sul serio. Anche San Giovanni Valdarno, giunta in Valdinievole con la possibilità di agganciare il terzo posto, desiderosa di mettere a ferro e fuoco le ambizioni rossoblù, ha pagato invece la legge della squadra di Marco Baldini, sempre più autoritaria e convincente, autrice di una poderosa prova di forza (71-49). E’ la sesta vittoria consecutiva per la Meridien, un successo che consolida il terzo posto in classifica con quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici, il che tradotto in cifre vuol dire quarto posto in cassaforte, e terzo posto sempre più vicino. La gara inizia con molti errori, sembra che le squadre si studino, facendo però a gara a chi segna meno e a chi perde più palloni; nel secondo quarto arriva il break della Meridien, figlio di una difesa impenetrabile ed un attacco più spaziato. La mossa di Baldini di inserire Del Carlo, Binelli e Marchi si rivela felice: sono proprio loro infatti a spingere il parziale di 17-3 in 5’ (29-15) che apre in due la gara e che, in pratica, San Giovanni non recupera più; Del Carlo sigla 8 punti senza mai sbagliare, Binelli recupera palloni, Marchi prende rimbalzi: la ricetta è semplice. San Giovanni accusa il colpo, torna a -8 con un break di 6-0, ma sono Biagioni e Mattei a riaprire il fossato a favore della Meridien, che alla pausa lunga conduce meritatamente per quanto prodotto in un secondo quarto splendido, da 10/11 al tiro e 39-2 di valutazione. Nel terzo quarto chi si attende la reazione degli ospiti resta deluso, tra palle perse e tiri sbilenchi il Galli non torna in partita soprattutto di testa, tradita da Giachi e Martina, ma il merito va ascritto essenzialmente ad una Meridien cinica, pronta a sfruttare tutte le occasioni per allungare. La tripla di Bellini porta Monsummano a +21 (56-35), e la gara sembra ormai indirizzata verso i padroni di casa. L’ultimo quarto ne dà la conferma definitiva, con la Meridien che non perde mai di vista la partita, e Ambrosino firma da tre il massimo vantaggio (67-39), a corollario di una splendida prestazione personale. Vista la situazione Baldini e approfitta per dare ampi minutaggi anche a Ballocci e Bellini, che tengono il campo tra alti e bassi ma ormai inseriti in una squadra che funziona come un orologio svizzero. Proprio adesso che la stagione entra nel vivo.

—————

Indietro