IL COSTONE VINCE GARADUE E SPEGNE I NOSTRI SOGNI (71-74)

Occorrerà la bella per decidere chi sale in Dnb tra Meridien e Costone. I senesi sbancano un Palameridien vestito a festa (71-74) e avranno l'opportunità di giocare in casa il match point, in una gara senza domani. I biancoblù sembrano partire bene e due triple di Biagioni aprono le danze (8-2), ma il Costone ha idee chiare e la giusta energia e ribalta il punteggio con un 3-18 firmato Gambelli e Cessel, che toglie nel primo quarto dalla partita Monzecchi. Monsummano trova difficoltà in attacco e in difesa non morde le caviglie, Gambelli e Niccolò Franceschini trovano spazi per segnare e portare il Costone a +10 (19-29 al 15'). La Meridien si scuote, Mattei segna 6 punti di fila e all'intervallo Monsummano è vicina all'avversario (27-31). La ripresa parte con due triple consecutive di Monzecchi e Bonelli e la Meridien va in vantaggio (35-33). Potrebbe essere l'inizio del tripudio ma purtroppo non è così, otto punti in fila di Niccolò Franceschini e Solfrizzi dalla lunga riportano Siena a +7 (39-46) e Gambelli da tre segna un altro allungo del Costone (45-53 al 30'). In apertura dell'ultimo quarto ancora Solfrizzi segna da tre (di tabella), e la terza tripla del lungo senese firma il massimo vantaggio (50-63). Monsummano però non molla, mancano sei minuti alla fine e il suo pubblico non può essere tradito così. Zita ruba un pallone sulla rimessa, Monzecchi inizia lo show personale e segna 10 punti consecutivi in 3 minuti, che riaprono la partita (62-66 al 37'). Una penetrazione di Biagioni firma l'aggancio a 2' dalla fine (66-66). Inizia il conto dei falli e Gambelli e Biagioni dalla lunetta non sbagliano, ma è una tripla allo scadere dei 24" di Filippo Franceschini a sparigliare definitivamente la gara (68-71). Nonostante un indomito Biagioni tenga aperte le porte della speranza, a 7" dalla fine ancora Franceschini fa 2/2 ai liberi, e il tiro finale da lontano del regista biancoblù non va a segno.